Vai ai contenuti

Menu principale:

Litorale

C'è da vedere
 


Geografia  
Il territorio del comune è costituito da una penisola (il Litorale del Cavallino) che separa Laguna Veneta nord dal mare Adriatico. Il fiume Sile (che scorre nel vecchio alveo del Piave e per questo noto anche come Piave Vecchia) la separa a nord-est dal territorio comunale di Jesolo.

La penisola è divisa dalla laguna tramite il canale Pordelio che, verso ovest, si dirama in altri due canali, il Portosecco e il Saccagnana; sono tutti e tre navigabili. Il Pordelio termina nei pressi del Sile a cui è collegato tramite il canale Casson; la confluenza di quest'ultimo nel fiume è regolata da una chiusa.


Gli abitati  
Cavallino: si trova all'estremità orientale del territorio, affacciata sul tratto finale del canale Pordelio
Lio Grando: poco oltre Punta Sabbioni, lungo il canale di Treporti
Lio Piccolo: a nord, circondata della Laguna, è raggiungibile tramite una panoramica strada che parte da Treporti
Ca' Ballarin: ad ovest di Ca' di Valle, lungo via Fausta
Ca' di Valle: a sud del Cavallino, lungo via Fausta
Ca' Pasquali: ancora lungo via Fausta, ad ovest di Ca' Pasquali
Ca' Savio: il centro più importante e sede comunale, ad ovest di Ca' Pasquali
Treporti: sorge su un'isola a nord di Ca' Savio, verso la Laguna
Ca' Vio: affacciata al canale Pordelio, a nord-est di Ca' Savio
Mesole: minuscolo abitato tra Lio Piccolo e Treporti
Saccagnana: subito a nord di Treporti
Punta Sabbioni: si trova all'estremità ovest del litorale, di fronte al Porto di Lido

Economia  
L'economia del Comune si basa soprattutto sul turismo estivo all'aria aperta. Il numero di presenze (quasi 6 milioni annue) pone Cavallino-Treporti come seconda località turistico-balneare d'Italia [3]. Lungo la costa marina, caratterizzata da una lunghissima spiaggia di sabbia fine, sono presenti circa 30 villaggi-campeggi, spesso con servizi di animazione, di ogni dimensione (tra cui alcuni dei villaggi più grandi d'Europa), prevalentemente di livello medio-alto. Le strutture ricettive vengono frequentate principalmente da turisti nord europei (da Germania, Austria e Danimarca, in primis). Gli alberghi sono invece relativamente pochi e di limitate dimensioni. Negli ultimi anni sono sorti numerosi interventi edilizi con seconde case e appartamenti per locazione estiva. Nel corso degli anni il grande flusso turistico ha generato la nascita di numerose attività commerciali e di servizio, generalmente ad attivazione stagionale. Nelle giornate estive non adatte alla balneazione, i turisti del litorale si riversano in massa a Venezia e nelle isole della Laguna Veneta (Burano, Torcello, Murano), che sono facilmente raggiungibili con frequenti corse di motonave dai terminals di Punta Sabbioni e di Treporti-Ricevitoria. La parte del territorio comunale più interna rispetto al mare è dedicata all'agricoltura intensiva. Le aziende agricole che operano nel territorio del litorale hanno generalmente una conduzione familiare e sono di ridotta estensione; tuttavia, grazie ad un'altissima specializzazione nelle colture orticole in serra e a metodi di coltivazione avanzati, riescono ad ottenere ottimi risultati in termini di reddito e di qualità del prodotto. Gli ortaggi del Cavallino raggiungono quotidianamente i principali mercati del Veneto e del nord Italia. Il settore agricolo occupa da tempo un posto di rilievo nel sistema economico di Cavallino Treporti.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu