Vai ai contenuti

Menu principale:

regata storica

manifestazioni


 

La manifestazione moderna  
Si svolge principalmente lungo il Canal Grande ed è uno dei momenti più spettacolari, pittoreschi e coinvolgenti della vita cittadina. È una manifestazione molto apprezzata dai numerosi turisti, ma sentita in particolar modo dai veneziani, che le riservano un’importanza notevole tra i vari eventi annuali che si svolgono in città.

La manifestazione è composta da due fasi ben distinte tra loro: il corteo storico e, a seguire, le regate competitive.


Il corteo storico  
Rievoca il grandioso corteo acqueo organizzato per l’accoglienza trionfale che fu riservata alla regina di Cipro, Caterina Cornaro al suo arrivo in città nel 1489, dopo l’abdicazione del suo trono in favore di Venezia.

Il corteo è formato da decine di imbarcazioni tipiche veneziane a remi, con vogatori e figuranti in costume d’epoca, tra cui il Doge e Caterina Cornaro. Le barche sfilano in una processione che parte dal Bacino di San Marco e percorre tutto il Canal Grande fino al Ponte della Costituzione, per poi ripercorrere a ritroso il suo tragitto, tra gli applausi di veneziani e turisti, che si godono lo spettacolo dalle rive e dalle dimore private che si affacciano sul percorso del corteo.


Le regate  
La parte agonistica della manifestazione si tiene con le regate che seguono il corteo storico e rappresenta ancora oggi l’evento remiero più importante e prestigioso dell’intera stagione. I vincitori, premiati dalle più importanti autorità cittadine, sono ritenuti dei veri campioni della città e tenuti in grandissima considerazione tra tutti gli sportivi del remo.

Le gare di voga veneta, che si svolgono durante la Regata Storica sono, in ordine cronologico:

la regata dei giovanissimi su pupparini a due remi
la regata delle donne su mascarete a due remi
la regata su caorline a sei remi
la regata dei campioni su gondolini.
Il regolamento delle regate prevede, per tutte le categorie, la partenza delle imbarcazioni da un punto del Bacino di San Marco, allineate e bloccate fino al via da una cordino legato a poppa delle imbarcazioni detta spagheto. Dopo la partenza, gli equipaggi affrontano il delicato e fondamentale ingresso nel Canal Grande, che percorrono fino ad arrivare al giro di boa o del paletto della categoria (ognuna delle quali effettua un tratto in Canal Grande più o meno lungo, che varia per ogni tipologia di categoria). Da questo punto ripercorrono un tratto di Canal Grande fino all’arrivo, fissato per tutte le categorie presso Ca' Foscari, dove è collocato un grande palco galleggiante chiamato machina. In questo palco, una volta affidate alla giuria le eventuali (e frequenti) contestazioni di scorrettezze reciproche tra i vogatori, essi vengono celebrati e premiati dalle autorità.

I primi quattro equipaggi classificati ricevono, oltre a premi in denaro, le tradizionali e simboliche bandiere. Ai primi vengono assegnate le prestigiose bandiere rosse, seguite da quelle bianche, verdi e blu.

La tradizione prevedeva, fino al 2002, che al quarto classificato fosse consegnato anche un maialino vivo, fatto sfilare a bordo di un’imbarcazione nel precedente corteo storico. È stato sostituito, accogliendo le proteste degli animalisti, da un maialino realizzato in vetro dai maestri vetrai di Murano.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu